Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

L'intervento di Piero Graglia, ultimo a destra, al convegno dei Pettirossi Lombardia

L'abdicazione degli orfani ovvero il sovranismo...

ANTEFATTO.  Domenica 15 gennaio ho partecipato all'iniziativa, organizzata dai Pettirossi Lombardia, "Eutopia. La Sinistra tra Unione Europea e sovranità nazionale". Si trattava di un...

Read more

Bandiera europea

Il suicidio dell’europeismo e il destino...

Le forze del nazional-populismo stanno assediando i partiti di centro-destra e centro-sinistra che hanno guidato i paesi dell’Unione europea sin dalla sua fondazione. I governi europei non...

Read more

Mario Soares, 1975

Mario Soares, la democrazia e l'Europa

Mario Soares ha segnato con tutta la sua vita di combattente e con la coerenza della sua storia politica oltre cinquant’anni della società portoghese, dell’Europa e della scena...

Read more

Testo del referendum costituzionale

Dal referendum un segnale dai giovani per...

Il referendum sulla riforma costituzionale italiana ha consegnato al Paese una crisi di governo risolta in pochi giorni che sollecita alcune riflessioni che possiamo mutuare dalle parole di Renzi....

Read more

Manifestazione a Marrakech per la Cop 22, foto di Marica Di Pierri

COP22 Marrakech entra nel vivo della conferenza

14 novembre 2016, Marrakech - Marocco dopo una settimana e l'assorbimento dell'urlo di Trump, i lavori della COP22 entrano di fatto nel vivo assieme a una visione nuova dell'assetto mondiale....

Read more

Manifestazione a Roma della Gioventù Federalista Europea e del Movimento Europeo, 8 maggio 2016

No all'Europa dei muri costruiamo insieme la...

L’idea di superare la divisione dell’Europa in Stati sovrani è nata nel momento più drammatico del sonno della ragione, quando quasi tutto il continente era occupato dalle...

Read more

Manifestazione a Forlì per la COP21

Dalla COP 22 di Marrakech un piano mondiale per...

La notizia data Lunedì 24 ottobre 2016 dalla World Meteorological Organization (WMO) che le concentrazioni di anidride carbonica (CO2) hanno superato la soglia di 400 parti per milione per...

Read more

Donald Trump e Hillary Clinton

L'America divisa tra Trump e Clinton....

L'opinione pubblica e l'attenzione della stampa in Italia sono state monopolizzate dal referendum costituzionale, ma il 2016 e' stato e sarà un anno di grandi scadenze elettorali in tutto il...

Read more

Foto azione durante il seminario di Ventotene, settembre 2016

Quarta settimana di azione globale per il...

La settimana di azione globale per un Parlamento mondiale, promossa dalla Campagna per un’assemblea parlamentare delle Nazioni Unite, è un evento annuale che si celebra per una...

Read more

Fermiamo la febbre del pianeta

Fermiamo la febbre del Pianeta - Un Piano...

Un ruolo attivo dell’Unione Europea       Il Mondo è in pericolo La divisione dell’umanità in Stati nazionali sovrani impedisce di affrontare...

Read more

Costituzione della Repubblica Italiana

I motivi del mio Si alla riforma costituzionale....

La nuova costituzione non è stata scritta né dagli eurocrati né da JP Morgan Nell'Unione esiste un meccanismo di concertazione delle politiche economiche, dove il potere di...

Read more

Ce lo chiede l’Europa? La dimensione europea del...

Che questa riforma costituzionale intenda “costituzionalizzare” politiche e pratiche favorevoli alle imprese è noto. Sappiamo del peso che ha sulla politica italiana la banca...

Read more

L'intervento di Piero Graglia, ultimo a destra, al convegno dei Pettirossi Lombardia

ANTEFATTO.  Domenica 15 gennaio ho partecipato all'iniziativa, organizzata dai Pettirossi Lombardia, "Eutopia. La Sinistra tra Unione Europea e sovranità nazionale". Si trattava di un incontro al quale ero stato invitato, tardando a rispondere, e per la partecipazione al quale poi avevo insistito con l'ottima organizzatrice, Rosa Fioravante. Il tema che dovevo affrontare, insieme a Somma e D'Angelillo, era sulla compatibilità tra diritti costituzionali e trattati europei, e mi era stato chiesto di fare un'introduzione di tipo storico - non essendo io un giurista strictu sensu. Compito che avevo preso con piacere, presentando, dal mio punto di vista, la necessità che la sinistra, rimasta per lungo tempo indifferente al processo di integrazione economica, dovesse adesso affrontare una battaglia per la definizione, a livello superiore, europeo, di diritti e tutele già protetti dalle carte costituzionali nazionali. Il risultato è stato un ascolto attento, non scevro da qualche isolata e subito rientrata contestazione, ma soprattutto è stato l'emergere di posizioni che mi erano in gran parte ignote: una parte della sinistra "sinistra" disconosce l'Europa come campo di azione politica e preferisce tornare al tranquillizzante alveo nazionale. Con esiti che, secondo me, potrebbero essere deleteri.

Bandiera europea


Le forze del nazional-populismo stanno assediando i partiti di centro-destra e centro-sinistra che hanno guidato i paesi dell’Unione europea sin dalla sua fondazione. I governi europei non riescono più ad arginare l’assalto. Nel 2017 tutti aspettano con preoccupazione i risultati elettorali di Olanda, Francia, Germania e Italia per fare qualche cosa, ma nessuno dice cosa succederà alla fine dell’estenuante attesa. L’Unione europea è bloccata.

Mario Soares, 1975

Mario Soares ha segnato con tutta la sua vita di combattente e con la coerenza della sua storia politica oltre cinquant’anni della società portoghese, dell’Europa e della scena internazionale.

Ha scelto con determinazione la via socialdemocratica alla costruzione della democrazia, talvolta osteggiato all’interno del suo stesso partito.

Ha condotto con fermezza il Portogallo dentro le Comunità europee, prima, e dentro l’Unione europea poi, essendo consapevole delle difficoltà che avrebbe incontrato ma essendo profondamente convinto del valore aggiunto dell’integrazione europea rispetto alle illusorie vie nazionali.

Testo del referendum costituzionale

Il referendum sulla riforma costituzionale italiana ha consegnato al Paese una crisi di governo risolta in pochi giorni che sollecita alcune riflessioni che possiamo mutuare dalle parole di Renzi. La “sua” riforma avrebbe portato due meriti fondamentali: avrebbe eliminato il “doppione” Camera e Senato, causa della lentezza della macchina legislativa, e sarebbe stata a favore del cittadino e contro la cosidetta “Casta”, riducendo i costi della politica.

Manifestazione a Marrakech per la Cop 22, foto di Marica Di Pierri

14 novembre 2016, Marrakech - Marocco dopo una settimana e l'assorbimento dell'urlo di Trump, i lavori della COP22 entrano di fatto nel vivo assieme a una visione nuova dell'assetto mondiale. Infatti dalla plenaria dalla quale sto scrivendo la svolta negazionista e anti ecologista americana non ha trovato quel seguito che normalmente un decennio fa avrebbe trovato, ovvero i grandi paesi e le grandi economie del mondo non solo non si sono accodate al USA pensiero qualsiasi esso sia ma anzi un unione di paesi dell'America latina uniti hai giganti asiatici come la Cina hanno chiesto passi avanti rispetto a Parigi, con l'aumento della dotazione finanziaria per lo sviluppo e l'applicazione delle nuove tecnologie per l'ambiente, la produzione energetica e soprattuto i trasporti.

Firma l'appello!

firma l'appello Senza una politica migratoria umana ed un'Europa federale non c'è futuro

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

MobilitAzioni

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner iniziativa GFE Don't Touch My Schengen

Petizione All Free Move