Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Europa

Forgotten in Idomeni

La redazione di Europa in movimento pubblica una traduzione della cronaca in diretta di quello che sta succedendo ad Idomeni, sulla frontiera greco-macedone, dove la Macedonia (e l'Europa) ha chiuso le porte della rotta balcanica. Un morto, feriti, manifestazioni, scontri, freddo, paura - e per fortuna anche testimonianze e solidarietà. La cronaca è fatta dagli attivisti del Moving Europe Bus che sono ad Idomeni dal 22 novembre. Notizie in diretta potete seguirle anche sulla pagina Facebook: Forgotten in Idomeni.

A  tal proposito rilanciamo l'appello No ai muri, apriamo le porte dell'Europa (leggi il testo) per promuovere, intorno al 18 dicembre, iniziative, eventi, manifestazioni, azioni in tutta Europa con il messaggio #stateofsolidarity a cui aggiungiamo come blog #FedEu4Migration. Nei prossimi giorni sarà disponibile una pagina web dove poter inserire tutte le iniziative che si intendono organizzare per partecipare a questa giornata comune per la pace, la democrazia e i diritti, e per aprire le porte in Europa. In Slovenia la manifestazione sarà il 10 dicembre, in Croazia il 18 dicembre ci sarà una giornata di azione diffusa, e a Berlino si sta organizzando una manifestazione.

Un mondo nuovo di Alberto Negrin

Il 2 dicembre 2015 presso l’Istituto Salvemini-Sani di Latina al Festival Pontino del Cortometraggio “Latina incontra l’Europa”, organizzato dall’associazione Domus di Latina, in collaborazione con il Movimento federalista europeo, sezione di Latina, è stato ospite il regista e autore cinematografico Alberto Negrin.

L’opportunità è stata offerta dalla promozione del film prodotto da Rai Trade con la Palomar, “Un mondo nuovo”, presentato dalla Rai nel novembre 2014. Diretto dallo stesso Negrin, il film ripercorre la storia dei confinati di Ventotene e le vicissitudini di Altiero Spinelli per la costruzione di quel “mondo nuovo” che la storia del pensiero moderno consegna alla unificazione europea.

Latina, 28 novembre: Eva Giovannini al Liceo magistrale Alessandro Manzoni

di Mario Leone

Alla presentazione del suo libro si scopre un viaggio, nel “male” d’Europa, quel patologico vulnus che l’antico continente – con la memoria troppo breve – oggi stenta a “combattere”.

L’incontro con Eva Giovannini autrice, per le edizioni Marsilio, di “Europa anno zero. Il ritorno dei nazionalismi” avviene a Latina, il 28 novembre, grazie all’iniziativa del Movimento Federalista Europeo di Latina e del centro regionale del Lazio in collaborazione con la Feltrinelli.

"Paris Shootings - The day after (22593744177)" by Maya-Anaïs Yataghène. Licensed under CC BY 2.0 via Wikimedia Commons

di Paolo Acunzo

Gli attacchi terroristici di Parigi, e quelli connessi ad essi, non sono stati solo un colpo al cuore della Francia, ma a tutto l’occidente. Lo sconcerto e il clima cupo che si è diffuso in tutta Europa sono sintomo della consapevolezza collettiva del grave momento storico.

Manifestazione di Ponte San Luigi, Ventimiglia 1952, Foto di Luigi Berio

di Guido Montani

L’Unione europea è sempre più vicina al collasso. Alcuni commentatori la considerano ormai spacciata. Tuttavia un barlume si scorge nel buio. Tentiamo di seguirlo e cerchiamo di impedire che si spenga.

Le notizie sul dibattito costituzionale in corso nel Gruppo Spinelli, filtrate attraverso l’UEF, lasciano sperare in un rilancio su buone basi del processo costituente. Guy Verhofstadt è un politico abile e determinato a condurre in porto la battaglia federalista, ma sappiamo per esperienza che questo non basta.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

MobilitAzioni

  

 

europea - parlano i fatti 

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

 

neawdealbee

 

 

Europa in onda

Europa in onda