Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Europa

Margarethe Vestager #EPhearings2014 (CC BY-NC 2.0) Link: https://www.flickr.com/photos/epp_group_official/15420730455/

La vicenda degli oltre 13 miliardi di euro di imposte arretrate che la commissaria alla concorrenza Vestager intende recuperare dalla Apple viene generalmente interpretata come una conseguenza delle frizioni commerciali che stanno emergendo nei rapporti fra Ue e Stati Uniti in questa fase della globalizzazione, in cui i costi della liberalizzazione senza freni emergono in maniera sempre più evidente. In un contesto in cui le reazioni dell’opinione pubblica e dei politici interessano ormai le due sponde dell’Atlantico (al di là dei partiti e dei movimenti che si illudono di recuperare le sovranità nazionali in Europa, si pensi alle posizioni protezionistiche di Trump e della stessa Clinton), si tratterebbe di un episodio della guerra più o meno larvata per l’egemonia tra i due maggiori poli dell’economia mondiale, il quale fa il paio con il fallimento del trattato di libero scambio fra Ue e Usa, sia pure in termini di scala decisamente differenti.

La copertina de "Il manifesto di Ventotene/The Ventotene Manifesto" Edizioni Ultima Spiaggia, 2016

I leader di Germania, Francia e Italia il 22 di agosto saranno a Ventotene e renderanno omaggio alla tomba di Altiero Spinelli, autore del Manifesto per una Europa libera e unita assieme ai compagni e alle compagne di confino Ernesto Rossi, Eugenio Colorni ma anche Ursula Hirshmann e Ada Montanari che lo portarono di nascosto in continente scritto in piccole cartine di sigarette e superando, a rischio della propria vita, i controlli fascisti. C’è solo un modo affinché la visita dei leader dei tre paesi fondatori dell’UE assuma un significato all’altezza delle aspettative del Manifesto scritto durante il confino politico. 

George Soros - Festival of Economics 2012 - Trento

Di recente il corriere della Sera ha dato ampio spazio alle posizioni di George Soros (1), miliardario statunitense di origini ungheresi che praticamente da solo riuscì nei primi anni novanta a causare una megasvalutazione di lira e sterlina. Io allora avevo meno di dieci anni, ma ricordo benissimo quanto pesanti furono i costi di quella crisi per la mia famiglia.
Cercherò quindi di dire cosa condivido e cosa non condivido delle analisi dell'anziano speculatore, senza farmi influenzare troppo da qualche ricordo d'infanzia e sapendo che Soros, con il suo fondo da 30 miliardi ha quasi sempre un grosso conflitto d'interessi.
Premetto che non voglio in questa sede esaltare l'uso del denaro per determinare la politica del proprio paese e di paesi stranieri, proprio quando anche il Sole 24 Ore riconosce che Soros vent'anni fa poteva essere considerato paladino dei valori occidentali mentre oggi e' un personaggio ambiguo.

Panoramica su Istanbul, capitale della Turchia

Confesso che ho capito ben poco del tentato golpe turco, non ho ben capito chi sono realmente gli attori in gioco, ne cosa stanno facendo realmente i principali partiti turchi.
Probabilmente non riesco a capire la Turchia perché non riesco a dare un senso all'azione politica dell'uomo purtroppo più rappresentativo della politica turca Recep Tayyip Erdogan, leader del partito Giustizia e dello Sviluppo (AKP), primo ministro del paese tra il 2003 ed il 2014 ed attualmente presidente della Repubblica.

Jean Claude Juncker

Gli storici hanno convenzionalmente indicato il settembre dell’anno 476, data della “abdicazione” di Romolo Augusto, come la fine dell’impero romano d’occidente. Gli stessi storici ci ricordano però che i contemporanei considerarono quell’episodio insignificante e nessuno allora pensava di assistere ad una svolta nella storia.

In marcia per l'Europa

marciapereuropa

Firma l'appello!

firma l'appello Senza una politica migratoria umana ed un'Europa federale non c'è futuro

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

MobilitAzioni

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner iniziativa GFE Don't Touch My Schengen

Petizione All Free Move

 

Europa in onda

Europa in onda

Rss

feed-image rss