Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio Italiano

Come il Re di Hans Christian Andersen, Giuseppe...

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per salvare la faccia al suo vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, sta cercando di far credere all’opinione pubblica italiana che una parte...

Read more

Effetti del cambiamento climatico

La conversione ecologica insieme ai migranti

Che cosa ci siamo dimenticati? Chiedeva Urbi et orbi, a Roma e al mondo, the Young Pope di Sorrentino. Ci siamo dimenticati i cambiamenti climatici e la conversione ecologica.I cambiamenti climatici...

Read more

Soldati nigeriani impegnati in una esercitazione

Appello di padre Alex Zanotelli ai giornalisti...

«Rompiamo il silenzio sull’Africa.Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti...

Read more

Il nazionalismo nelle Istituzioni e contro le...

Dopo il (vano) tentativo di espropriare la democrazia italiana dal suo naturale alveo europeo, sventato dal Presidente della Repubblica Mattarella all’atto di nomina dei ministri del Governo...

Read more

Consiglio europeo del 28 giugno 2018 - Governo.it Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-NC-SA 3.0 IT)

Tutti contro i migranti

Alla fine Giuseppe Conte ha trovato d’accordo tutti. A spese dell’Italia. E, ovviamente, dei profughi. Il documento finale del vertice di Bruxelles è praticamente vuoto, ma...

Read more

Saggio di Don Milani

E' venuto il momento della disobbedienza civile

Poche ore dopo le conclusioni del Consiglio europeo del 28-29 giugno che ha sancito, fra l’altro, l’affidamento alla sola Guardia Costiera libica delle operazioni di salvataggio dei...

Read more

Aziz Sawadogo alla manifestazione del 25 aprile 2018

Lettera aperta al Ministro degli Interni Matteo...

Al Ministro degli Interni Matteo Salvini, sono un giovane studente nero, e ci tengo a precisarlo, a tutti gli effetti italiano. Con questa mia lettera, la prego d’accogliere il mandato...

Read more

La Malbaie, 08/06/2018 - La foto di famiglia dei Leader G7. Licenza CC-BY-NC-SA

Il G7 (2018) a presidenza canadese

PREMESSA Come il G20, il G7 e il G8 non sono organi di alcuna istituzione internazionale ma semplici tavoli, cioè, gruppi e Fori di discussione.: ”Il fatto è che - notava bene...

Read more

Il Presidente Conte al Senato della Repubblica, 05/06/2018 - licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT

Il discorso debole di un Conte con due padroni....

Il discorso di insediamento al Senato di Giuseppe Conte non scioglie i dubbi sulla realizzabilità del programma di governo firmato dal M5S e dalla Lega e sul ruolo che avrà il...

Read more

Bandiere quella europea e quella italiana

Appello "Il 2 giugno sventoliamo la bandiera...

Il 2 Giugno è la festa della Repubblica Italiana nata dalle ceneri della seconda guerra mondiale. Il Vecchio continente era stato travolto dai nazionalismi e dai fascismi che hanno causato...

Read more

Locandina I Volti dell'Europa

Mostra I volti dell'Europa

All’Albergo dei poveri una mostra tra arte e storia dedicata a chi sognò l’Europa unita Il 9 maggio, in occasione della festa dell’Europa, è stata inaugurata presso...

Read more

Viktor Orban

Elezioni in Ungheria: la vittoria schiacciante...

Si sono svolte domenica 8 aprile le elezioni generali in Ungheria. 199 i seggi da assegnare: 106 con il sistema uninominale e 93 con il proporzionale, con soglia di sbarramento al 5% per i singoli...

Read more

di Guido Montani

L’Unione europea è sempre più divisa: si è divisa sulla gestione della crisi economica tra sostenitori dell’austerità e sostenitori di politiche inflazionistiche; si è divisa sulla crisi in Ucraina; si è divisa sulle politiche dell’immigrazione e dei rifugiati; si è divisa sulla risposta da dare agli attacchi terroristici a Parigi. Il Regno Unito minaccia si uscire se non otterrà soddisfazione alla sua domanda di “meno Europa”. Quale Unione sopravvivrà alla sua strutturale incapacità di auto-governarsi?

 

di Matteo Valtancoli

Non c'è timore maggiore della paura; se c’è una cosa che la storia ci insegna è che nei momenti di grande tensione nei sistemi democratici le scelte elettorali si radicalizzano.

Il più importante fenomeno che possiamo ricordare nella storia moderna è la salita al potere del nazismo nella Germania degli anni '30 vessata dei debiti di guerra con la Francia e aiutata dagli Stati Uniti fino alla crisi del ’29. Hitler alla fine degli anni ’20 era già arrivato al termine della sua storia politica e se non vi fosse stato il crollo economico del paese conseguente alla cessazione degli aiuti non sarebbe mai salito al potere; anche in quell’occasione la gente era impaurita, non dallo straniero, ma dalla difficoltà di mettere in insieme il pranzo con la cena.

di Paolo Acunzo

Il processo d'integrazione europeo per come l'abbiamo conosciuto fino ad oggi non pare piu in grado di rispondere efficacemente alle varie sollecitazioni in corso: Le questioni della sicurezza e quelle ambientali, la crisi economica o il fenomeno dell'immigrazione. Oggi l'Europa deve essere ripensato in profondità insieme allo stesso concetto di sovranità nazionale. In questo contesto si è in presenza di un altro fenomeno a cui bisogna prestare attenzione: quello dei movimenti indipendentisti che fanno dello sbocco diretto all'integrazione europea il naturale fine della loro azione.

Manifestazione a Parigi nel 2007 - Fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Fronte_Nazionale_(Francia)#/media/File:Le_Pen_Paris_2007_05_01_n2_(cropped).jpg

di Franco Praussello 

Tutti sanno che se Marine Le Pen dovesse vincere le elezioni presidenziali del 2017, l’Europa come l’abbiamo conosciuta in oltre sessant’anni di integrazione riceverebbe un colpo mortale. L’uscita della Francia dalla zona euro e il ritorno alla piena sovranità nazionale darebbe il colpo di grazia alla lunga avventura comunitaria e l’orologio della storia in Europa ritornerebbe indietro agli anni Trenta del secolo scorso.

Come ampiamente previsto le elezioni regionali in Francia hanno registrato la vittoria del Fronte Nazionale che, con quasi il 30% dei consensi, diventa il partito più votato superando sia i repubblicani di Sarkozy che i socialisti di Hollande.

Il Partito socialista francese ha inseguito politiche e atteggiamenti sovranisti tipici della destra nazionale e quindi il calo elettorale da parte dei socialisti francesi è ben meritato. Ognuno raccoglie quello che ha seminato.

Il Fronte Nazionale voleva chiudere le frontiere ai migranti e il governo Hollande l'ha perseguita dopo gli attentati anche se la misura non serve a granché: molti terroristi hanno la stessa cittadinanza delle vittime.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

Solidarietà Europa.  Save lives. Change Dublin.

ADERISCI ALLA MOBILITAZIONE PER IL 27 GIUGNO 2018.

Chiediamo ai Governi europei di condividere le responsabilità sull’accoglienza, cambiare il Regolamento di Dublino e aprire vie legali e sicure d’accesso.

www.europeansolidarity.eu

MobilitAzioni

 

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner appello per un'Europa federale

 

Europa in onda

Europa in onda