Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Aziz Sawadogo alla manifestazione del 25 aprile 2018

Lettera aperta al Ministro degli Interni Matteo...

Al Ministro degli Interni Matteo Salvini, sono un giovane studente nero, e ci tengo a precisarlo, a tutti gli effetti italiano. Con questa mia lettera, la prego d’accogliere il mandato...

Read more

La Malbaie, 08/06/2018 - La foto di famiglia dei Leader G7. Licenza CC-BY-NC-SA

Il G7 (2018) a presidenza canadese

PREMESSA Come il G20, il G7 e il G8 non sono organi di alcuna istituzione internazionale ma semplici tavoli, cioè, gruppi e Fori di discussione.: ”Il fatto è che - notava bene...

Read more

Il Presidente Conte al Senato della Repubblica, 05/06/2018 - licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT

Il discorso debole di un Conte con due padroni....

Il discorso di insediamento al Senato di Giuseppe Conte non scioglie i dubbi sulla realizzabilità del programma di governo firmato dal M5S e dalla Lega e sul ruolo che avrà il...

Read more

Bandiere quella europea e quella italiana

Appello "Il 2 giugno sventoliamo la bandiera...

Il 2 Giugno è la festa della Repubblica Italiana nata dalle ceneri della seconda guerra mondiale. Il Vecchio continente era stato travolto dai nazionalismi e dai fascismi che hanno causato...

Read more

Locandina I Volti dell'Europa

Mostra I volti dell'Europa

All’Albergo dei poveri una mostra tra arte e storia dedicata a chi sognò l’Europa unita Il 9 maggio, in occasione della festa dell’Europa, è stata inaugurata presso...

Read more

Viktor Orban

Elezioni in Ungheria: la vittoria schiacciante...

Si sono svolte domenica 8 aprile le elezioni generali in Ungheria. 199 i seggi da assegnare: 106 con il sistema uninominale e 93 con il proporzionale, con soglia di sbarramento al 5% per i singoli...

Read more

John Maynard Keynes

Le cause economiche della crisi della politica...

La crisi della politica in Italia ha cause sia remote che recenti, com’è risultato evidente dai risultati delle elezioni del 4 marzo che premiano una maggioranza di scontenti, ma non...

Read more

Il Manifesto di Ventotene, Copertina Ultima spiaggia edizioni

Un governo italiano per l'Europa di Ventotene

Il problema europeo, salvo lodevoli eccezioni, è stato quasi del tutto ignorato durante la campagna elettorale o, nel migliore dei casi, considerato un fastidioso vincolo esterno. Al...

Read more

Vertice Italia, Francia e Germania a Ventotene, 22 agosto 2016

Una coalizione di governo giallo rossa per...

Pochi giorni prima delle elezioni del 4 marzo scrissi che l'Italia si trovava davanti a un bivio(1): ovvero la scelta tra l'opzione nazionalista (incarnata in particolare dalle posizioni di Lega e...

Read more

Conferenza stampa presentazione del patto, Roma 14 febbraio 2018

Patto per l'Italia nell'Unione europea

Il Consiglio italiano del Movimento europeo conclude stamattina la campagna rivolta alle forze politiche in vista delle elezioni legislative e delle elezioni regionali in Lombardia e nel Lazio con...

Read more

L'Europa nei programmi dei partiti alle elezioni del 2018

L’Italia al bivio tra federalismo e...

Il voto del 4 marzo ha una importanza che travalica i confini italiani. Votiamo per il Parlamento italiano ma con un occhio all’Europa. Sappiamo benissimo che dopo le elezioni francesi, che...

Read more

Europa in onda, puntata n. 7

Per una Italia europea? L'Italia al voto tra...

Europa in onda su Radio Gazzarra, seconda stagione.   7a puntata, mercoledì 7 febbraio 2018, ore 19-20 Diretta audio in streaming:...

Read more

Caricature of David Cameron, CC 2.0 licence

Una decina di giorni fa il Primo Ministro britannico David Cameron ha pubblicato la lettera  inviata al Presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk con le richieste di riforma dell’Unione Europea avanzate dal suo governo in vista del referendum (previsto nel 2017) su una possibile uscita del Regno Unito dalla stessa UE. 

Né la lettera né il suo contenuto sono giunti inaspettati: la prima era attesa da tempo e il secondo era già discusso da tempo a livello di governi come di istituzioni europee e di opinione pubblica. I tristi fatti di Parigi di poco successivi hanno tuttavia oscurato l’una e l’altro, ma li vogliamo riprendere qui perché su di essi si giocano la natura e il futuro dell’Unione Europea. 

Foto di Sara Prestianni

di Raffaella Bolini *

Dopo Parigi, l’Europa blinda le frontiere. I volontari della rotta balcanica dei migranti invece propongono una giornata europea di azione il 18 dicembre per «aprire le porte». Una mobilitazione unitaria per dimostrare che c’è un modo diverso per sconfiggere la paura: togliere muri e barriere.

"Paris Shootings - The day after (22593744177)" by Maya-Anaïs Yataghène. Licensed under CC BY 2.0 via Wikimedia Commons

di Paolo Acunzo

Gli attacchi terroristici di Parigi, e quelli connessi ad essi, non sono stati solo un colpo al cuore della Francia, ma a tutto l’occidente. Lo sconcerto e il clima cupo che si è diffuso in tutta Europa sono sintomo della consapevolezza collettiva del grave momento storico.

Manifestazione di Ponte San Luigi, Ventimiglia 1952, Foto di Luigi Berio

di Guido Montani

L’Unione europea è sempre più vicina al collasso. Alcuni commentatori la considerano ormai spacciata. Tuttavia un barlume si scorge nel buio. Tentiamo di seguirlo e cerchiamo di impedire che si spenga.

Le notizie sul dibattito costituzionale in corso nel Gruppo Spinelli, filtrate attraverso l’UEF, lasciano sperare in un rilancio su buone basi del processo costituente. Guy Verhofstadt è un politico abile e determinato a condurre in porto la battaglia federalista, ma sappiamo per esperienza che questo non basta.

Murales genovese presso la DarsenaMurales genovese presso la Darsena, Licenza CC, Foto di Nicola Vallinoto

di Guido Viale *

La guerra non è fatta solo di armi, eserciti, fronti, distruzione e morte. Comporta anche militarizzazione della società, sospensione dello stato di diritto, cambio radicale di abitudini, milioni di profughi, comparsa di “quinte colonne” e, viva iddio, migliaia di disertori e disfattisti, amici della pace. Quanto basta per capire che siamo già in mezzo a una guerra mondiale, anche se, come dice il papa, “a pezzi”.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

Contro Festa dell'Europa, Roma 9 maggio - vedi il programma

MobilitAzioni

 

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner appello per un'Europa federale

 

Europa in onda

Europa in onda