Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Pulse of Europe Demo in Köln, Roncalliplatz. Schwerpunktthema: Frankreich-Wahl, by Elke Wetzig, CC 4.0

Dalla Brexit al Pulse of Europe

Giorgio Napolitano, in un recente articolo, scrive << si può dire che l’astuzia della storia ha fatto sì che il grave colpo ricevuto con la Brexit si stia risolvendo in...

Read more

Appello: Fraternitè

Appello Fraternitè

Il 14 luglio non è solamente la data simbolo della Rivoluzione Francese, legata alla presa della Bastiglia nel 1789. Rappresenta l’affermarsi, con un movimento di popolo, di tre...

Read more

Scritta Diritti Umani

Rapporto ITUC 2017 dei diritti nel mondo:...

Da più di trenta anni, l'ITUC-CSI (Confederazione sindacale internazionale) garantisce un vero e proprio monitoraggio del rispetto dei diritti dei lavoratori nel mondo, raccogliendo dati...

Read more

Marcia per l'Europa, Roma 25 marzo 2017.

Elezioni comunali a Genova: i candidati sindaco...

Comunicato del Movimento Federalista Europeo di Genova Elezioni comunali: i candidati sindaco divisi sull'Europa. I federalisti promuovono Crivello, Merella e Pirondini. La sezione genovese del...

Read more

Roma, 25 marzo. Marcia per l'Europa. Foto di Nicola Vallinoto

L’onda europea e lo scoglio italo-tedesco

La vittoria di Macron nelle presidenziali francesi rappresenta una netta svolta politica del processo di unificazione europea. Dopo anni di crisi economica grave e di montante nazionalismo,...

Read more

Dopo Brexit e Trump arriva Macron: una speranza...

Europa in onda su Radio Gazzarra - 6a puntata, giovedì 18 maggio 2017, ore 19-20 Dopo un 2016 in cui abbiamo visto il referendum sulla Brexit, con il quale il 52% degli inglesi ha...

Read more

Emmanuel Macron (fonte: www.en-marche.fr)

La Francia ha scelto l'Europa: ora bisogna...

L'arrivo del nuovo presidente della Repubblica francese nella piazza del Louvre con l'inno alla gioia di Beethoven rappresenta in modo inequivocabile la sintesi del voto che ha visto prevalere...

Read more

Comizio di Emmanuel Macron, En Marche (fonte: en-marche.fr)

Se fossi francese voterei Macron per il futuro...

Nonostante le previsioni e i sondaggi diano in netto vantaggio Emmanuel Macron il risultato del secondo turno delle presidenziali francesi non è per nulla scontato. Le recenti elezioni...

Read more

Roma, 25 marzo - Marcia per l'Europa

E' giunta l'ora di un'Europa unita, progressista...

(*) Se l’Europa continua in questa direzione saranno accentuate le impasse, le diseguaglianze e l’euroscetticismo. Allo stesso tempo, lo spostamento verso l'estrema destra è una...

Read more

Pietro Calamandrei (Wikipedia)

Lectio magistralis per il Premio Calamandrei 2017

L’8 aprile il centro studi Piero Calamandrei di Jesi ha insignito del “premio Calamandrei 2017″ il professor Carlo Smuraglia, presidente dell’Anpi, “per la difesa...

Read more

Manifestazione Marcia per l'Europa, Roma 25 marzo 2017

Populismo, nazionalismo e federazione europea

Questo intervento raccoglie un “flusso di pensieri” personali che invio come contributo al dibattito precongressuale del Movimento Federalista Europeo.Poche riflessioni su tematiche di...

Read more

Gli eurosaggi a Roma

Rapporto sullo stato e le prospettive dell'Unione

Era febbraio 2016 quando la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini ha lanciato una consultazione pubblica online sull’Europa. La sfida è stata raccolta da circa 10.500...

Read more

Profugo con la bandiera europea

di Guido Viale *

Lungo l’autostrada Budapest-Vienna si è dissolto il futuro dell’Unione europea e ha fatto la sua comparsa una Europa nuova, fondata su una cittadinanza condivisa con profughi e migranti. La mossa di Angela Merkel è stata abile - le ha restituito una popolarità che la sopraffazione della Grecia aveva compromesso - e sacrosanta: ha permesso a migliaia di profughi di raggiungere la loro meta e ad altre migliaia di cittadini europei - austriaci e tedeschi, ma anche e soprattutto ungheresi - di dimostrare il loro vero sentire: rendendo felici altri milioni di europei. Ma quella mossa non tarderà a rivelarsi un bluff.

Ska Keller

Intervista.

(L'intervista a Ska Keller è stata realizzata da Jacopo Rosatelli, che ha gentilmente concesso la pubblicazione sul nostro blog, e pubblicata suIl Manifesto, 1 settembre 2015.)

La verde Ska Keller è relatrice all’eurocamera. Strasburgo vuole cambiare le regole e «bacchetta» i governi: «Dublino va superata». Delibera verso l'aula, anche il Ppe dice sì in commissione.

Sulle quote di migranti da ricollocare nei diversi stati dell’Unione europea interviene il Parlamento di Strasburgo. E bacchetta i governi.

Le migliaia di profughi in movimento da Budapest verso il confine austriaco in direzione della Germania e le immagini dei cittadini ungheresi che offrono generi alimentari e di conforto ai profughi in marcia ci consegnano una speranza di un'Europa accogliente e diversa da quella matrigna e indifferente che ha campeggiato negli schermi televisivi in questi ultimi mesi. La strada è ancora lunga: i flussi migratori continueranno per anni e l'Europa dovrà cambiare le politiche sull'immigrazione, rivedere gli accordi di Dublino e Schengen, arrivando a una politica veramente comune e a un diritto di asilo europeo.

Apertura del seminario federalista di Ventotene

di Mario Leone *

“È stato tutto un monologo sulla libertà quello che ho iniziato dal momento in cui le porte del carcere si sono chiuse alle mie spalle, un monologo che si è venuto man mano allargando e approfondendo. ... La conclusione cui non posso sottrarmi è che se per nulla al mondo vorrei rinunziare alla mia libertà, se l’ho difesa in me stesso contro i muri di pietre e contro i muri di idee, che mi circondano, se per essa ho accettato di distruggere tanta parte di me, devo volerla anche per il mio prossimo” Altiero Spinelli(1)

Ha scritto Altiero Spinelli nella sua meravigliosa autobiografia pubblicata per le edizioni del Mulino nel 1984: “… la federazione non era presentata come un bell’ideale, cui rendere omaggio per occuparsi poi d’altro, ma come un obiettivo per la cui realizzazione bisognava agire ora, nella nostra attuale generazione. Non si trattava di un invito a sognare, ma di un invito ad operare”(2). Questa azione è stata posta in essere sin dalla sua nascita dal Movimento federalista europeo, di cui abbiamo commemorato il 72° anniversario della fondazione 2 giorni fa, il 28 agosto.

di Gretel Ledo * 

Viviamo tempi in cui le cose effimere sono tornate a essere non solo urgenti ma anche importanti. Tutto ciò che risulta privo di contenuti e insussistente nella scala dei valori, ha assunto una grande reputazione a livello individuale e sembra avere un notevole impatto sulla società. La brama di titoli, onori e incarichi delle persone fisiche, che si accompagna alla mancanza di potere reale delle persone giuridiche, rinviano a una caratteristica comune: la vanità. Salomone, figlio di Davide, conosciuto come il Predicatore, disse: “vanitas vanitatum, tutto è vanità. Quale profitto può avere l’uomo che si affanna con il suo lavoro sotto il sole?” (Ecclesiaste 1:2-3).

XXVIII Congresso del MFE - Latina 28-29-30 aprile 2017

Scarica le tesi precongressuali e i contributi del XXVIII Congresso nazionale Movimento Federalista Europeo Latina, 28-29-30 aprile 2017

Verso un'Unione federale del popolo europeo, con il popolo europeo, per il popolo europeo. Per la pace, lo sviluppo, la giustizia sociale

 

 

Firma l'appello!

firma l'appello Senza una politica migratoria umana ed un'Europa federale non c'è futuro

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

MobilitAzioni

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner iniziativa GFE Don't Touch My Schengen

Petizione All Free Move

 

Europa in onda

Europa in onda