Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Viktor Orban

Elezioni in Ungheria: la vittoria schiacciante...

Si sono svolte domenica 8 aprile le elezioni generali in Ungheria. 199 i seggi da assegnare: 106 con il sistema uninominale e 93 con il proporzionale, con soglia di sbarramento al 5% per i singoli...

Read more

John Maynard Keynes

Le cause economiche della crisi della politica...

La crisi della politica in Italia ha cause sia remote che recenti, com’è risultato evidente dai risultati delle elezioni del 4 marzo che premiano una maggioranza di scontenti, ma non...

Read more

Il Manifesto di Ventotene, Copertina Ultima spiaggia edizioni

Un governo italiano per l'Europa di Ventotene

Il problema europeo, salvo lodevoli eccezioni, è stato quasi del tutto ignorato durante la campagna elettorale o, nel migliore dei casi, considerato un fastidioso vincolo esterno. Al...

Read more

Vertice Italia, Francia e Germania a Ventotene, 22 agosto 2016

Una coalizione di governo giallo rossa per...

Pochi giorni prima delle elezioni del 4 marzo scrissi che l'Italia si trovava davanti a un bivio(1): ovvero la scelta tra l'opzione nazionalista (incarnata in particolare dalle posizioni di Lega e...

Read more

Conferenza stampa presentazione del patto, Roma 14 febbraio 2018

Patto per l'Italia nell'Unione europea

Il Consiglio italiano del Movimento europeo conclude stamattina la campagna rivolta alle forze politiche in vista delle elezioni legislative e delle elezioni regionali in Lombardia e nel Lazio con...

Read more

L'Europa nei programmi dei partiti alle elezioni del 2018

L’Italia al bivio tra federalismo e...

Il voto del 4 marzo ha una importanza che travalica i confini italiani. Votiamo per il Parlamento italiano ma con un occhio all’Europa. Sappiamo benissimo che dopo le elezioni francesi, che...

Read more

Europa in onda, puntata n. 7

Per una Italia europea? L'Italia al voto tra...

Europa in onda su Radio Gazzarra, seconda stagione.   7a puntata, mercoledì 7 febbraio 2018, ore 19-20 Diretta audio in streaming:...

Read more

Movimento europeo

Patto per l’Italia nell’Unione europea

Decalogo(*) per un’Europa unita, solidale e democratica, strumento di pace in un mondo globalizzato 1. assicurare lo “stato di diritto”: la supremazia della legge, il diritto di...

Read more

© European Union 2017 - European Parliament". (Attribution-NonCommercial-NoDerivatives CreativeCommons licenses

Serve più Europa anche sociale

Il Pilastro europeo dei diritti sociali deve ora tradursi in realtà – In Europa, e nel resto del mondo, servono Regole (e Diritti) anche sociali Oggi più che mai l'Unione...

Read more

Europa in onda su Radio Gazzarra

La Spd dice sì alla Groko e la Cechia va alle...

Europa in onda su Radio Gazzarra, seconda stagione.   6a puntata, mercoledì 24 gennaio 2018, ore 19-20 Diretta audio in...

Read more

La coppia franco tedesca scalda i motori: e...

Europa in onda su Radio Gazzarra, seconda stagione.   5a puntata, mercoledì 10 gennaio 2018, ore 19-20 Diretta audio in...

Read more

La bandiera catalana e quella spagnola

La Catalogna, la Spagna, l'Europa

LA PRIMA VOLTA A BARCELLONALa mia prima volta a Barcellona e in Catalogna fu nell’agosto 1976, a bordo di una “cinquecento”. Il dittatore Francisco Franco era morto da poco...

Read more

slogan della campagna sul clima - "Climate Chaos Who is to Blame" sul Monumento a Colombo, Barcellona

di Guido Viale*

Due temi oggi centrali, apparentemente distinti, andrebbero invece connessi in modo diretto.

Primo, la COP 21 di Parigi, forse ultima occasione per un’inversione di rotta sul riscaldamento globale che rischia di rendere irreversibili i cambiamenti climatici già in corso. A questa minaccia abbiamo da tempo contrapposto il programma di una conversione ecologica, sulle tracce di Alex Langer e, ora, anche dell’enciclica Laudato sì e del libro Una rivoluzione ci salverà dove Naomi Klein spiega che abbandonare i combustibili fossili richiede un sovvertimento radicale degli assetti produttivi e sociali; per questo le destre conservatrici, e non solo loro, sono ferocemente negazioniste. L’aggressione alle risorse della terra si lega alla povertà e alle diseguaglianze del pianeta: sia nei rapporti tra Global North e Global South, sia all’interno di ogni singolo paese: ciò che unisce in un unico obiettivo giustizia sociale e giustizia ambientale.

Barbara Spinelli al Parlamento Europeo

di Francesca Lacaita*

Nei giorni scorsi è tornata a circolare negli ambienti bruxellesi l’ipotesi di un’accelerazione verso strutture difensive comuni europee. L’occasione è stata data dall’anticipazione di un documento del Partito Popolare Europeo alla vigilia del suo congresso di Madrid, in cui si auspica una Cooperazione strutturata permanente, in particolare per istituire «un Comando medico europeo», impiegare «tecnologie per doppio uso militare/civile, come pure le navi per la sorveglianza marittima, gli aerei ed i droni» e a lungo termine «portare alla creazione di un esercito UE comune».

Crediti a Carlos Delgado; CC-BY-SA

Ci si sono messi in cinque, i cinque Presidenti, per scrivere un testo che apra una discussione sullo stato della "governance" dell'area euro. Già la cinquina dice qualcosa, o anche molto, sullo stato istituzionale, e democratico, della UE. Il mandato a riflettere ed elaborare sullo stato dell'Unione nella parte che usa la moneta unica e' arrivato dal Consiglio e in realtà riguardava solo quattro Presidenti. Anche qui la composizione parla da sola.

Jaroslaw Kaczynski

Le elezioni parlamentari polacche hanno decretato la vittoria dei conservatori di Diritto e Giustizia: possono rivelarsi un passaggio fondamentale non solo per la Polonia.
Fino al 2007 le maggioranze a Varsavia sono state debolissime, le legislature sono durate poco ed il Presidente della Repubblica è stato spesso ingombrante. Si pensi a Lech Walesa che affermava di dover continuamente irrompere nel campo del governo perché un paese è come un tavolo che per stare in piedi ha bisogno di una buona gamba destra e di una buona gamba sinistra, mentre nella Polonia degli anni novanta entrambe le gambe erano debolissime. Dal 2007 la stessa coalizione ha governato senza interruzioni; oggi il governo sarà formato senza alleanze postelettorali.

Tamburi, 24 ottobre 2015, Flash mob per il Parlamento mondiale

Un flash mob per il Parlamento mondiale ha preceduto di pochi minuti il convegno "Lo sviluppo sostenibile dal locale al globale e la riconversione ecologica dell’economia con l’Europa che noi vogliamo" organizzato dal blog "Europa in movimento", dalla sezione Mfe di Manduria e dall'Istituto Paride Baccarini a Taranto nel quartiere Tamburi, cuore delle contraddizioni di uno sviluppo insostenibile che ha messo in contrapposizione il lavoro e la salute.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

Contro Festa dell'Europa, Roma 9 maggio - vedi il programma

MobilitAzioni

 

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner appello per un'Europa federale

 

Europa in onda

Europa in onda