Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Il blog EuropainMovimento nasce per iniziativa di un gruppo di federalisti europei al fine di rinnovare il Movimento Federalista Europeo e costruire un fronte popolare per la Federazione europea e mondiale.

Il 27/28 agosto 1943 Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni, Ursula Hirschmann, Ada Montanari Rossi, ed altri antifascisti fondarono il Movimento Federalista Europeo e, non a caso, il 28 agosto 2015 lanciamo l’iniziativa “Europa in movimento”. Riteniamo, infatti, che il Movimento Federalista Europeo, dopo oltre settanta anni dalla sua fondazione, debba riaffermare l'attualità delle idee fondative e degli obiettivi finali del Manifesto di Ventotene.

Occorre coinvolgere i cittadini europei nell’affermazione della democrazia europea e riconquistare il consenso popolare al progetto europeo, attraverso azioni comuni con altre forze politiche e sociali, senza il quale sarà impossibile giungere finalmente ad una Federazione europea.

Il Movimento, infatti, deve fare fronte a un fatto nuovo: la perdita di consenso del progetto europeo da parte dei cittadini. Il distacco dei popoli dalle istituzioni europee dipende principalmente dalle politiche di austerità senza sviluppo, senza consenso democratico e senza equità e dalla incapacità dell'Unione europea di parlare con una sola voce nel mondo e di fare fronte ai drammatici problemi della sicurezza interna e internazionale. Per cui, per prima cosa, bisogna riavvicinare i cittadini europei alle proprie istituzioni dando risposte federaliste allo storico deficit democratico della UE.

Il processo di integrazione europea, ad oggi, è ancora incompleto e non democratico. Il caso greco ha fatto esplodere queste contraddizioni offrendo ulteriori frecce all’arco dei movimenti nazionalisti e populisti. Inoltre il processo di globalizzazione dell’economia non bilanciato da un analogo processo di globalizzazione della democrazia e dei diritti facilita gli atteggiamenti razzisti nei confronti dei “diversi” e la tendenza a chiudersi nel proprio recinto nazionale: la costruzione a tempo di record del muro tra il confine ungherese e quello serbo è un chiaro segno dei tempi.

C’è bisogno di un nuovo clima culturale che favorisca le idee di integrazione politica di entità sovranazionali e i federalisti europei vogliono allargare il proprio campo d’azione: non ci limitiamo a indicare la via istituzionale per arrivare alla federazione europea, ma interveniamo su tutti i temi che non trovano soluzione nell’ambito nazionale. E’ necessario agire per:
- superare la crisi economica, sociale e ambientale con un piano europeo di investimenti per creare occupazione stabile e di qualità nella direzione di sviluppo durevole e sostenibile;
- gestire i processi migratori con una politica europea di accoglienza e di vicinato e con l’attuazione di un piano di sviluppo endogeno del continente africano e del Medio Oriente;
- gestire i conflitti che stanno accerchiando l’Europa con una politica estera e di sicurezza europea basata sulla garanzia dei diritti, il sostegno della democrazia e il ripristino e il mantenimento della pace.

Il blog EuropainMovimento vuole creare un ponte verso il federalismo diffuso nella società ed offrire uno spazio di discussione a tutti coloro che, consci del fatto che nell’epoca della globalizzazione la politica deve agire a livello sovranazionale, vogliono contrastare il risorgente e antistorico nazionalismo con analisi e proposte per affermare la democrazia, la giustizia e la solidarietà che sono valori senza confini.

Il blog vuole essere uno strumento di confronto su tematiche europee ed internazionali aperto a tutti coloro che condividono:
- i valori indicati nel Manifesto di Ventotene;
- esaminano criticamente le politiche ‘europee’ adottate dai governi nazionali e dall'UE;
- lavorano per la costruzione di una vera cittadinanza europea con diritti e doveri sanciti da una carta costituzionale;
- interpretano i fatti quotidiani adottando uno sguardo cosmopolita al posto di quello nazionale;
- sostengono la democrazia internazionale ovvero la necessità di democratizzare le organizzazioni internazionali a partire da quelle globali come le Nazioni Unite e l’Organizzazione Mondiale del Commercio fino a quelle regionali come l’Unione Africana e il Mercato Comune dell’America Latina.

Il mondo è in continuo movimento e noi, cittadini e federalisti europei, non possiamo permetterci di rimanere fermi, pena l'irrilevanza politica del movimento e del progetto per l’unità federale dell’Europa. La distorsione causata dal processo di globalizzazione della sola economia ci spinge a partecipare alla costruzione di reti e movimenti globali per affermare la globalizzazione della democrazia e dei diritti quale fattore di redistribuzione e di contenimento nell’uso delle risorse del nostro pianeta il cui accesso avviene in maniera estremamente diseguale.

E’ giunto il momento di muoversi incontro a tutti coloro che possono aiutarci a creare quel consenso popolare necessario per costruire insieme gli Stati Uniti d’Europa e per affermare la democrazia internazionale seguendo il motto “Unire l’Europa e unire il mondo” al fine di garantire un futuro sostenibile per le generazioni a venire.

Ventotene | Italia | Europa | Mondo
La redazione, 28 agosto 2015

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

Ventotene, Lunedì 4 settembre, ore 21.30, Piazza Castello. Presentazione del libro "La mia solitaria fierezza. Altiero Spinelli: le carte del confino di Ponza e Ventotene dell'Archivio di Stato di Latina". Con Dario Petti, Marilena Giovannielli, Giorgio Anselmi, Federico Brunelli e Mario Leone curatore del libro.

MobilitAzioni

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner iniziativa GFE Don't Touch My Schengen

Petizione All Free Move

 

Europa in onda

Europa in onda