Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Nave Diciotti, foto di Gaetano Porcaro (flickr licenza cc)

Il ministro degli interni italiano dichiara che "l’Europa non rispetta i patti" ma l’Unione europea non ha sottoscritto nessun patto perché al Consiglio europeo di giugno i governi - tutti i governi, compreso il governo italiano - hanno affermato il principio della volontarietà delle ricollocazioni. Il ministro degli interni dimentica di dire che, quando era deputato europeo a Strasburgo (nei lavori in commissione a Bruxelles lo si è visto poco) ha votato contro la modifica del regolamento di Dublino che stabiliva l’obbligatorietà dei patti di ricollocazione. Quella proposta di modifica è stata bloccata dai governi - tutti i governi ivi compreso il governo italiano - al Consiglio europeo di fine giugno e il ministro degli interni italiano ha avuto la sciagurata idea di tentare di stringere delle alleanze con quei governi che considerano i patti europei come carta straccia. L’unione europea non c’è perché i governi hanno sempre voluto tenere ciascuno per sé il potere su questioni essenziali a dimensione europea rendendo l’unione europea inefficace e mostrando la loro impotenza. Se dovessero prevalere i sovranisti come il ministro degli interni italiano o il cancelliere austriaco o il primo ministro ungherese l’Unione europea diventerebbe ancora più inefficiente e i governi nazionali sarebbero ancora più impotenti. Nelle prossime settimane deve svilupparsi una vasta campagna di comunicazione per spiegare che l’unione europea ci sarà solo se passerà dal Giano bifronte intergovernativo/comunitario ad un sistema federale con competenze federali a cominciare da una guardia costiera federale e da una gestione federale dei porti.

Autore
Pier-Virgilio Dastoli
Author: Pier-Virgilio Dastoli
Bio
Pier Virgilio Dastoli, già assistente di Altiero Spinelli, ha ricoperto vari ruoli sia nelle istituzioni europee, tra cui quello di Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, sia nelle organizzazioni europeiste e federaliste dove è stato anche Segretario generale del Movimento Europeo Internazionale. Attualmente è presidente del Consiglio Italiano del Movimento Europeo, Inoltre è membro del Comitato Centrale del Movimento Federalista Europeo, del Comitato federale dell'UEF e del Direttivo Internazionale del CIFE. E’ senior fellow della scuola di politica economica della LUISS Guido Carli, svolge attività di docenza nei corsi organizzati dalla Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale, coordina un master presso l'Università Telematica Internazionale Uninettuno. È membro dell'associazione Mulino e dell'Istituto Affari Internazionali. E’ autore di numerosi saggi e articoli sull'Europa, coautore di numerosi volumi su tematiche europee in italiano, francese e inglese ed ha collaborato con l’Enciclopedia Treccani e l’Enciclopedia UTET. È stato nominato Commendatore al Merito della Repubblica dal Presidente Napolitano.
Altri articoli dello stesso autore:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

MobilitAzioni

 

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner appello per un'Europa federale

 

Europa in onda

Europa in onda