Questo sito utilizza cookie di terze parti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso

Europa in Movimento

| Verso un'Europa federale e solidale

Prime adesioni al flashmob al Congresso Aiccre Liguria

Pubblichiamo l'Invito al flashmob "Per un'Europa senza frontiere" promosso dal MFE e dalla GFE di Genova, mercoledì 17 febbraio.

Tra pochi giorni si terrà l’ennesima riunione del Consiglio europeo. Giovedì 18 e venerdì 19 febbraio, infatti, a Bruxelles i capi di Stato e di Governo dei 28 paesi dell’UE dovranno dare risposte riguardanti alcuni temi cogenti come il Brexit, ovvero il compromesso richiesto dal Primo ministro inglese Cameron in vista del referendum sulla permanenza nell'Unione, la questione profughi e migranti, il cui flusso continuerà anche quest’anno con lo stesso ordine di grandezza del 2015, e gli accordi di Schengen, per i quali giace sul tavolo la richiesta di sospensione per due anni.

Per scongiurare la fine anticipata degli accordi di Schengen e, di fatto, anche del processo di integrazione europeo occorre una forte mobilitazione e spinta dal basso: da parte di quella società civile europea e del mondo politico che non si arrende a un arretramento pericoloso del progetto di unificazione del continente europeo e che vuole, altresì, promuovere un'altra idea di Europa tornando ai principi fondativi di una Europa libera e unita indicati nel Manifesto di Ventotene.

 Per questi motivi i federalisti genovesi (Mfe e Gfe) invitano i sostenitori di un fronte popolare per la democrazia europea ad attivarsi nuovamente, a pochi giorni dal presidio contro tutti i nazionalismi davanti al Consolato polacco, questa volta per salvare Schengen e la libera circolazione delle persone in Europa.

L’appuntamento è mercoledì 17 febbraio in Piazza De Ferrari per un flashmob “Per una Europa senza frontiere” durante la pausa pranzo dalle 12.45 alle 14.00.

Vi invitiamo ad aderire alla manifestazione entro martedì alle 12.00 in modo da poter inviare un comunicato ai media locali per l’ora di pranzo e a partecipare in prima persona all’iniziativa durante la quale vi sarà chiesto di posare per una foto con il cartello #DontTouchMySchengen (l’hashtag della mobilitazione europea per salvare Schengen) che faremo circolare ai nostri contatti a livello europeo.

Di seguito trovate il volantino del flashmob e, al link indicato, il testo "Per salvare lo spazio europeo senza frontiere" (http://europainmovimento.eu/images/doc/VolantinoActionWeek022016.pdf) sulla settimana di mobilitazione (10-17 febbraio 2016) nell’ambito della campagna per la federazione europea.

PER UNA EUROPA SENZA FRONTIERE

Flashmob in Piazza De Ferrari a Genova

Mercoledì 17 febbraio 2016 dalle 12.45 alle 14.00

UNA FOTO PER SALVARE SCHENGEN

Passa in piazza e fatti una foto con il cartello #DontTouchMySchengen

Gli accordi di Schengen regolano lo spazio di libera circolazione delle persone all’interno dell’Unione Europea.

L’abolizione di Schengen priverà i cittadini europei della possibilità di viaggiare, lavorare e studiare liberamente in Europa.

La chiusura delle frontiere avrà come effetto quello di dividere gli Stati e i popoli europei e isolarli nella gestione dei flussi migratori.

La crisi dell’immigrazione e la minaccia del terrorismo sono problemi europei e devono essere risolti a livello europeo.

Per dotare l’Europa di strumenti forti ed efficaci per affrontare le sfide della globalizzazione ed evitare la sua disgregazione, i governi dell’UE devono riprendere il processo di unificazione europea realizzando il progetto federale del Manifesto di Ventotene. L'UE deve puntare a:

o Creare una guardia costiera e una polizia europee per proteggere i suoi confini esterni e per aprire corridoi umanitariper i profughi provenienti dall'altra sponda del Mediterraneo.

o Allestire centri di primo soccorso e di accoglienza per i migranti in pericolo di vita e in fuga da guerre e fame.

o Definire un sistema di regole comuni per un diritto di asilo europeo.

o Istituire un'Agenzia federale di intelligence europea al fine di prevenire e combattere il terrorismo in Europa.

o Promuovere una politica estera unica per avere una voce sola nel contesto internazionale e svolgere un ruolo da protagonista nelle crisi che la coinvolgono direttamente.

o Convocare una conferenza per la sicurezza e la cooperazione nel Mediterraneo e lanciare un piano europeo per promuovere la pace, lo sviluppo sostenibile e la democrazia in Nord Africa e in Medio Oriente.

PER TUTTO QUESTO SERVONO  GLI STATI UNITI D’EUROPA!

Per aderire scrivere al Movimento Federalista Europeo sezione di Genova, email: genova@mfe.it

L'evento su facebook: https://www.facebook.com/events/1202185459809291/

 
Autore
Nicola Vallinoto
Bio
Informatico, federalista ed altermondialista. Ha curato con Simone Vannuccini il volume collettivo “Europa 2.0 prospettive ed evoluzioni del sogno europeo” edito da ombre corte nel 2010. Ha ideato e promosso l'International Democracy Watch con Lucio Levi e Giovanni Finizio con i quali ha pubblicato il primo rapporto "The democratization of international organizations. First international democracy report", Routledge, 2014. Ha pubblicato "Le parole di Porto Alegre" ed "Europa anno zero", Frili Editori 2002.
Altri articoli dello stesso autore:

Firma l'appello!

firma l'appello Senza una politica migratoria umana ed un'Europa federale non c'è futuro

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing-list per ricevere gli ultimi articoli direttamente nella tua mail!

Eventi

MobilitAzioni

fermiamolafebbredelpianeta

 

unpa campaign

neawdealbee

banner iniziativa GFE Don't Touch My Schengen

Petizione All Free Move

 

Europa in onda

Europa in onda